HOTZE CONVALIS & KING OF THE ROAD. IL LORO PRIMO ALBUM DI INEDITI PRODOTTO DA HOME MADE MUSIC
HOTZE CONVALIS & KING OF THE ROAD. IL LORO PRIMO ALBUM DI INEDITI PRODOTTO DA HOME MADE MUSIC

Il busker, ormai conosciuto dagli abitanti del capoluogo siciliano, ha deciso di registrare il suo primo disco di inediti ed ha scelto proprio Home Made Music per la produzione.

Hotze Convalis, Hotze o “Ozzy” (come lo chiamano i palermitani) è stato al centro di numerose polemiche riguardanti l’arte di strada del capoluogo siciliano.

Originario dei Paesi Bassi, Hotze è approdato in Sicilia nel 2008, e ci racconta:

“Quell’anno son venuto in Sicilia per orientarmi nell’ambiente musicale e da Giugno ad Ottobre ho lavorato a Mazzara del Vallo come musicista e co-organizzatore per un locale estivo. Inoltre, suonavo ogni venerdì al Murphy’s in Viale Lazio e, occasionalmente, in altri locali. Nello stesso anno nasce il Teatro Magliocco, un vero e proprio Teatro di Strada (Tra via Magliocco e Via Ruggero Settimo) dove ho trovato il miglior pubblico che Palermo abbia potuto offrirmi: la strada e i suoi visitatori, passanti, gente del luogo e turisti.
Una reale esperienza di musica nella quale mi esibivo liberamente con musicisti, attori, pittori, fotografi, ballerini… l’arte. Un’esperienza d’arte vera e propria alla quale, chiunque facesse arte, poteva prenderne parte, unirsi, suonare con noi, dipingere, danzare.”

Ma Palermo non è mai stata tutta rose e fiori, soprattutto per i musicisti.
Nonostante la regolare autorizzazione di Hotze (come artista girovago) da parte del comune, infatti, non sono certo mancate le solite lamentele , e nell’ estate del 2015 parte un’ordinanza sindacale nella quale viene espressamente vietata la musica dal vivo dentro e fuori i locali dopo la mezzanotte.

“Non si poteva nemmeno suonare prima di mezzanotte, utilizzavano quell’ordinanza per fermare la mia musica anche durante il pomeriggio.
Sono riuscito ad incontrare occasionalmente il sindaco, prima di un concerto in un’associazione ARCI e gli parlai dei problemi riguardo l’ordinanza: lui disse che avrebbe fatto il possibile per modificarla.

Ma il 13 Gennaio 2016 mi sequestrarono l’attrezzatura e il 16 Febbraio partì un provvedimento della legge anti-mafia n.159 (Art. 76), infatti vengo accusato di aver creato grave allarme sociale, di essere un pericolo per la sicurezza pubblica, e inoltre vengo ingiustamente (e senza prove) accusato di furto aggravato e lesioni personali.

Senza nessuna spiegazione, mi è stato vietato di entrare nel comune di Palermo per tre anni. Se lo avessi fatto sarebbe stato un grave reato e mi sarebbe costato dagli uno ai sei mesi di reclusione. E’ stato fatto un ricorso ma a metà Giugno dello stesso anno l’ordine di allontanamento viene confermato dal prefetto Antonella De Miro che ha respinto il ricorso.”

Nessuno (soprattutto Hotze) riesce a spiegarsi il motivo di tale astio da parte di un’amministrazione comunale che dovrebbe essere SEMPRE a favore dell’arte, arte grazie alla quale la città si è candidata a Capitale della Cultura per l’anno 2018.
Numerose sono state le manifestazioni e la solidarietà dei palermitani nei confronti del “frisone” dei Paesi Bassi.
Lui non ha comunque lasciato Palermo e continua a suonare.

Ma l’artista di strada ha in serbo delle sorprese, infatti, insieme ai King of the Road, ha deciso di registrare il suo primo disco di inediti ed ha scelto proprio Home Made Music per la produzione.
Noi lo conosciamo da un po’ e da mesi gli parlavamo di Home Made Music e della possibilità di incidere per la prima volta un vero disco di inediti; ci arriva un suo messaggio un paio di mesi dopo con scritto semplicemente “Siete ancora disponibili?”. Non abbiamo potuto far altro che accettare immediatamente la richiesta ed esserne onorati, perché la musica fatta in casa e quella fatta in strada hanno molte cose in comune. Hanno in comune delle regole che tutelano la quiete pubblica, ma anche la libertà di essere ciò che si vuole e di portare la propria musica dentro la casa degli altri, o, detto in parole povere, il cuore.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nonostante tutto sia fatto in casa, la dedizione e la professionalità e la versatilità di Home Made Music sono una garanzia!

Davide Shorty
Davide ShortySinger

Ho registrato in Home Made Music alcune delle mie prime produzioni... Team intuitivo, professionale e disponibile ! Ascoltando le cose autoprodotte sembra incredibile che siano fatte in casa, consigliatissimo. ♥️

Alessandra Salerno
Alessandra SalernoSinger

Un nuovo modo di fare "bene" la tua musica aggiungerei. Ho lavorato con Home Made Music, pura magia, spero che le nostre strade di ricolleghino prima o poi!! In bocca a lupo ragazzi.

Umberto Porcaro
Umberto PorcaroGuitarist

Home Made Music è professionale, veloce e puntuale e soprattutto lavora con amore per la Musica! E' per questo che adoro lavorare con loro. Consiglio anche a chi è DJ come me di mettersi nelle mani, e nelle orecchie ovviamente, di questo team che spacca! 5 stelle sono pure poche, 5+ per  Home Made Music 

Leva Lee
Leva LeeDJ

Ambiente accogliente dove andare a registrare, esperienza più che positiva con Samuele Violante come Co-producer che sin da subito ha mostrato la sua professionalità e passione nel svolgere il proprio lavoro. 

Noemi Terrasi
Noemi TerrasiGuitarist

Se già far musica ha un sapore agrodolce, farlo in Sicilia lo è di piu. Avere a che fare con Home Made Music addolcisce di molto la pillola. Talentuosi come pochi in tutto ciò che fanno e sempre disponibili!

Sam Sanzo
Sam SanzoHip Hop/Trap Producer

A parte il conoscerci da più di 10 anni, ho sempre nutrito stima verso le sue doti artistiche, che fino a oggi non fanno altro che migliorarsi sempre di più, dandoti sempre un prodotto di qualità superiore alla norma! Consiglio a tutti coloro che vogliono avere qualcosa che suoni veramente tra le mani.

Federico Fre
Federico FreSinger